Priscilla: Ciao a tutti e bentornati al podcast ufficiale di BNI. Sono Priscilla Rice dallo studio di registrazione Live Oak di Berkeley, in California. Oggi sono al telefono con il fondatore e il capo visionario di BNI, il dott. Ivan Misner. Ciao Ivan, come va oggi?

Ivan Misner: Alla grande. È un ottimo inizio dell’anno e sono entusiasta di ciò che quest’anno ci porterà.

Priscilla: Grandioso! Parlaci di questo episodio. “Garage to Global®”. Che cos’è?

Ivan Misner: La scorsa settimana abbiamo parlato delle origini di BNI, di come BNI ha avuto inizio. E ho detto che nel dicembre del 1985 (io ho iniziato la BNI nel gennaio del 1985), ho riflettuto sull’anno e su com’era andata. Sono rimasto davvero sorpreso di come BNI avesse generato relazioni nella comunità degli affari, dunque mi sono fermato e ho elaborato un piano per ridimensionare BNI.

Quindi quello che voglio fare oggi è parlarvi dei due webinar di un’ora su questo argomento, sono anche disponibili sul sito Inner Circle di Ivan, i cui tutti i ricavi vanno alla fondazione BNI. Parliamo del ridimensionamento di BNI. Ora abbiamo oltre 9300 capitoli in oltre 70 paesi.

Ma ecco la cosa davvero fantastica, Priscilla. Abbiamo 35 anni di crescita consecutiva. Non ci sono troppe aziende al mondo che possono vantarsi di non aver avuto nemmeno un anno in ribasso, BNI si! Abbiamo 35 anni di crescita consecutiva nell’organizzazione.

Penso che il merito sia di un grande concetto ma riguarda anche la strategia che abbiamo usato. Ora vorrei trasmettervi alcune delle lezioni che ho imparato nel ridimensionare la mia azienda. Abbiamo in programma di scrivere un libro su questo  “Come portare la tua azienda dal garage, dal locale al globale”, ma lasciate che vi trasmetta alcuni concetti.

Innanzitutto, dovete imparare a lavorare sulla vostra attività, non nella vostra azienda. Se non avete letto il libro, The E-myth di Michael Gerber fatelo. È una delle prime cose che ho fatto e ho imparato a lavorare. Dovete imparare a essere imprenditori, che è diverso dal saper fare qualcosa.

La seconda strategia che ho impiegato è stata la creazione di sistemi. Dovete avere delle procedure, e poi scrivere tutto, scrivere ogni cosa e poi insegnare ai dipendenti cosa avete scritto. Ricordate che le cose si perdono, a meno che non siano scritte e listate in modo coerente. Questo è il numero due, create procedure.

Numero tre. Tutti conosciamo l’importanza di prefiggerci degli obiettivi, penso che gli obiettivi siano estremamente importanti. Ma ciò che spesso non ci viene insegnato è l’importanza del monitorarli. Supponiamo che abbiate fissato un obiettivo per quest’anno, 2020. Quello che dovete fare è monitorarlo ossia verificare dove volete essere alla fine dell’anno poi dove volete essere a novembre, a che punto volete essere tra 10 mesi e così via. Bisogna monitorare il proprio obiettivo e appurarne lo stato mentre molte persone fissano obiettivi e poi dopo quattro, cinque, sei mesi dicono: “Oh, fammi guardare i miei obiettivi. Ooh, amico, sono molto distante da essi. È troppo tardi! Quindi il monitorare i vostri obiettivi è un elemento fondamentale per ridimensionare il vostro giro d’affari”.

Numero quattro: delegare. Tutti parlano di delegare. Vorrei trasmettervi due concetti al proposito di cui forse avete già sentito parlare o forse no. Quando delegate, dovete delegare non solo la responsabilità ma anche l’autorità. Delegare responsabilità e autorità. Ciò significa dare anche l’autorità per prendere le decisioni. Ora alcuni dipendenti prendono decisioni sbagliate. Voi dovete solo prepararli, allenarli e guidarli quando ciò accade. Ad una persona appena entrata in azienda, che sta imparando, non date la piena autorità, dare loro un’autorità parziale. Ma man mano che imparano il lavoro, date loro sempre più autorità, in modo che tutti in ogni posizione abbiano l’autorità del 95% su quella posizione. Devono venire da te cercarti solo per pochissime cose. Se non lo fai, tutti verranno da te per chiederti cosa dovrebbero fare come corrono dalla mamma. E se ciò accade, è come lanciare una chiave inglese tra gli ingranaggi della società di ridimensionamento. Non funziona. Quindi bisogna delegare responsabilità e autorità.

Numero cinque: conoscere i numeri del vostro business. Sul serio! Sempre a conoscenza dei vostri numeri! Posso dirti su base giornaliera, quanti capitoli abbiamo e quanti membri ci sono all’interno dell’organizzazione, io ricevo un rapporto giornaliero per il numero di capitoli e il numero di membri. Bisogna essere più granulari possibile. Se avete una nuova attività, potreste non essere in grado di ottenere quel rapporto giornalmente, ma dovreste essere in grado di ottenere un rapporto settimanale sui vostri numeri. Un rapporto mensile, penso sia quasi troppo lungo come tempistica. Dovreste almeno avere un rapporto settimanale. Ma man mano che crescete e avete più dipendenti, dovreste allora ricevere un rapporto giornaliero. E i numeri sono i tuoi principali fattori di successo. I tuoi KSF o KPI, indicatori chiave di prestazione i quali determinano se state andando nella direzione giusta o nella direzione sbagliata. E devi conoscerli meglio di chiunque altro nell’organizzazione. Questo è il punto numero cinque.

Numero sei: mi hai sentito parlare di questo molte volte Priscilla. Ne ho parlato molto. Penso che sia il più grande sbaglio della maggior parte delle aziende. Volete avere successo negli affari, fate sei cose 1000 volte, non 1000 cose sei volte, penso che le aziende inseguano costantemente oggetti luminosi e lucenti, invece di concentrarsi sul fare sei cose 1000 volte e, a proposito, non devono essere sei, possono essere cinque o sette. In BNI, è ciò che chiamiamo “tre più uno”. Aggiunge membri, aggiunge capitoli, riempie capitoli e racconta storie. Questi sono gli indicatori chiave di prestazione per i capitoli. Quindi sono poche le cose che dovete fare ancora e ancora e ancora. Ho una super potere. Priscilla, vorresti sapere qual’è?

Priscilla: Sì, sicuramente.

Ivan Misner: Sono come un cane con un osso tra i denti, non mollo.

Riso Priscilla: Ho notato.

Ivan Misner: Se ho un qualche super potere, è la perseveranza, dovete individuare il vostro talento, qualunque cosa sia, e metterlo al lavoro. Ma una delle cose con cui dovete essere coerente è la perseveranza. Se fai sei cose 1000 volte, avete molte più probabilità di riuscire a ridimensionare la vostra azienda. Spesso gli imprenditori sono dei grandi pensatori. E così continuano a trovare idee e inseguire costantemente oggetti luminosi e lucenti.., il che fa sì che i loro dipendenti si affrettino a cercare di fare cose diverse. Circondati di persone che ti aiuta a portare avanti quello che hai cominciato senza perderti in mille progetti diversi, perché si tratta di fare sei cose mille volte.

Il che ci porta al numero sette, circondatevi di persone fantastiche. Acquistate il libro Who’s in Your Room? L’ho scritto circa un anno fa. È un libro fantastico sulle persone con cui ci circondiamo Vorrei avere avuto quel libro quando ho iniziato BNI, perché la lezione che ho imparato è proprio circondarmi delle persone giuste. Prendete una copia di Who’s in Your Room?

Numero otto – e mi hai sentito parlare anche di questo, Priscilla. Si tratta di circondarsi di persone in fiamme, volenterosi, attivi, generatori di energia. La cosa ideale sarebbe trovare persone volenterose e con conoscenza Ma se avete una nuova impresa, non potete permettervi di avere tutti ben formati. Sarebbe troppo costoso. Quindi dovete trovare dipendenti disposti a imparare e se siete disposti a insegnare loro, impareranno se sono volenterosi. Quando ho iniziato BNI, non avevo idea di come fare rete. Ho seguito il mio metodo durante il primo anno di BNI, mi impegnavo tantissimo e ho capito che si possono commettere errori se si è energetici e volenterosi ma poi gli errori si riparano, dunque cercate persone in fiamme che sono fondamentali.

Numero nove: la cultura utilizza la strategia per prima cosa (a colazione). La cultura organizzativa è fondamentale per il vostro successo. Create una bella vision. Stilate i vostri valori fondamentali. Create un’organizzazione con una cultura straordinaria e iniziate subito da quando avete un solo dipendente non quando ne avete 10. Se non create cultura aziendale, i vostri dipendenti la seguiranno così viene a crearsi cultura organizzativa.

Numero dieci. Abbiate una vostra mission. Chiaritela bene. Scoprite qual è il vostro lavoro come organizzazione o come impresa. La missione di BNI è di aiutare i membri ad aumentare il proprio business attraverso un programma di referenze strutturato, positivo e professionale che consenta ai membri di sviluppare relazioni e referenze a lungo termine e significative. Quindi come sapete, questa è la nostra mission. Conosciamo la nostra mission, rimaniamo fedeli ad essa ed è importante averla ben chiara.

Dopo arriva il numero undici. Lavora su ciò che ti accende, su ciò che ti fa’ brillare gli occhi, nella fiamma, non nella cera. Ne ho parlato molto sul Podcast di BNI. È così importante che lavoriate nelle cose di cui siete appassionati Assumete persone per fare le cose che odiate fare. Ora, a volte bisogna fare quello che bisogna fare per arrivare a fare ciò che vuoi fare. Lo capisco. Quindi a volte devi lavorare nella tua cera, ma man mano che cresci, assumi persone che lavorino nella cera, voi lavori nella tua fiamma, ossia fate le cose che amate fare!. Questo è il punto numero 11.

E numero dodici. Dovete avere una vision aziendale verso cui tutti si concentrano. In BNI è “Cambiare il modo in cui il mondo fa affari”, bisogna che la mission sia chiara, se tutti sono concentrati sulla stessa cosa, è incredibile ciò che può succedere. Se tutte le persone di un’organizzazione remano nella stessa direzione, quell’organizzazione può dominare qualsiasi settore in qualsiasi mercato contro qualsiasi concorrenza in qualsiasi momento. BNI ha dominato questo settore in quasi tutti i mercati contro tutta la concorrenza ormai da decenni. Ed è successo a causa di una visione condivisa e un’implementazione condivisa di quella visione.

E questa è una storia brevissima su come ho portato BNI letteralmente dal mio “garage” a un’organizzazione globale. Se qualcuno è interessato a ulteriori informazioni al riguardo, dia un’occhiata a Inner Circle di Ivan. Ci sono un paio d’ore di contenuti su questo argomento.

Priscilla: Wow, è stato fantastico.

Ivan Misner: Vi dirò ancora una cosa velocemente. Ho avuto una visione nel 1985 – in realtà probabilmente all’inizio dell’86 – che un giorno avremmo potuto avere 10.000 capitoli. Le persone mi ha dicevano che stavo sognando. E ho detto: Sì, lo so. Ed eccoci qui. Oggi, il nostro trentesimo anniversario,entro un paio anni, avremo oltre 10.000 capitoli in tutto il mondo.

Riso Priscilla: Wow, penso che sia tutto per questa settimana, dottor Misner. Grazie mille per l’ottima informazione. Questo podcast ha un nuovo sponsor. Dai un’occhiata agli ottimi contenuti disponibili su www.ivansinnercircle.com, dove Ivan ha raccolto una vasta gamma di argomenti, siete invitati a partecipare. Grazie mille per avere ascoltato. Questa è Priscilla Rice, alla prossima settimana per un altro episodio emozionante del Podcast ufficiale di BNI.